Renato Goretta presenta e provoca il Prof. Angelo Baracca – Professore di Fisica all’Università di Firenze –  autore del libro L’Italia torna al nucleare?

Da destra il Prof. Baracca, Renato Goretta, Giorgio Pagano
Da destra il Prof. Baracca, Renato Goretta, Giorgio Pagano

  

 

Nel nostro Paese il nucleare è stato chiuso dopo il referendum del 1987, ma da alcuni anni è in corso una campagna per il rilancio di questa tecnologia per la produzione di energia elettrica. La recente legge che propone una ripresa dei programmi nucleari in Italia non era dunque inaspettata, ma ha comunque messo in subbuglio gli ambienti interessati e un’opinione pubblica purtroppo sprovveduta e non informata. Secondo Baracca, una ripresa in tempi brevi del nucleare nel nostro Paese non è realistica, se non altro perché in questi anni sono state smantellate le competenze e le strutture. L’autore esamina tutti i problemi di questa fonte di energia: costi, tempi, rischi di proliferazione, sicurezza, sfatando in particolare i miti del “miracolo nucleare francese” e dei “reattori di quarta generazione”, che vengono presentati come la soluzione di tutti i problemi creati dal  nucleare e la base di un nucleare “sostenibile”, ma ancora  sono di là da venire. Un libro “volutamente di parte”, che appassiona e fa discutere, di un autore che ha sempre affiancato al lavoro di ricerca e di insegnamento l’impegno su temi di carattere sociale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X