Gesta propone iniziative per contribuire agli Obiettivi dell’Agenda ONU 2030 per lo Sviluppo Sostenibile che dovranno essere raggiunti da tutti in Paesi membri dell’ONU entro il 2030.

Consumo e Produzione responsabili

L’obiettivo 12 promuove l’attuazione del programma decennale dell’ONU per un modello di consumo e di produzione sostenibile. L’obiettivo è adottare un approccio rispettoso dell’ambiente ai prodotti chimici e ai rifiuti. Il volume dei rifiuti dovrà essere notevolmente ridotto, tra le altre cose grazie al recupero. Lo spreco di derrate alimentari dovrà essere dimezzato. Le imprese dovranno essere spronate a una gestione aziendale sostenibile. Inoltre, gli acquisti pubblici dovranno rifarsi ai criteri di sostenibilità.

Ad oggi le risorse consumate dalla popolazione mondiale sono più di quelle che gli ecosistemi sono in grado di fornire. Affinché lo sviluppo sociale ed economico possa avvenire in un quadro di sostenibilità, la nostra società dovrà modificare in modo radicale il proprio modo di produrre e consumare beni.

Fatti e Cifre 

Ogni anno, circa un terzo del cibo prodotto, corrispondente a 1,3 miliardi di tonnellate, per un valore pari a circa mille miliardi di dollari, finisce nella spazzatura dei consumatori e dei commercianti, oppure va a male a causa di sistemi di trasporti o pratiche agricole inadeguati

– Se la popolazione mondiale utilizzasse lampadine a risparmio energetico, si risparmierebbero 120 miliardi di dollari all’anno

– Se la popolazione mondiale raggiungesse 9,6 miliardi all’anno entro il 2050, servirebbero tre pianeti per soddisfare la domanda di risorse naturali necessarie a sostenere gli stili di vita attuali.

Le 10 azioni proposte da ONU relativamente all’obiettivo 12 dell’Agenda 2030 sono:

1.  Non tenere vestiti o altri oggetti che non usi. Regalali 
2. Organizza gruppi scolastici per trascorrere 1 ora a settimana sulla spiaggia, lungo i laghi o nei parchi per raccogliere i rifiuti e sensibilizzare sull’inquinamento delle acque
3. Compra frutta che abbia forme strane o sia troppo matura e usala per i frullati
4. Collabora con Hotel e ristoranti in modo da trasportare gli avanzi di cibo, che diversamente verrebbero gettati, agli enti benefici
5. Ricicla!
6. Fai docce brevi. Non riempire la vasca da bagno fino all’orlo. L’eccessivo uso di acqua contribuisce alla carenza idrica globale
7. Acquista prodotti sostenibili come dispositivi elettronici, giocattoli, shampoo o pesce e prodotti vegetali biologici
8. Mangia cibi locali. E supporta le associazioni per il commercio equo e solidale che sostengono e promuovono attività impegnate nell’ambito dei principi del commercio equo e solidale
9. Usa l’acqua fredda per lavarti. Il riscaldamento dell’acqua necessita di più energia 
10. Bevi l’acqua del rubinetto quando è sicuro farlo. 

IL CONTRIBUTO DI GESTA
Gesta ha deciso di contribuire al raggiungimento di quest’obiettivo, promovendo l’uso della APP gratuita “Too Good To Go” , disponibile sia per iOs che per Android.
To Good to Go è nata in Danimarca nel 2015, oggi è la principale app anti spreco in Europa e all’inizio del 2020 ha avviato anche l’espansione negli Stati Uniti. In totale sono 20 milioni gli utenti, 80.000 in Italia, che grazie all’app ottengono cibo fresco dalle attività commerciali locali. Ciò permette a ogni persona di fare la propria parte per ridurre gli sprechi.
Perchè è utile?
L’idea di un’app contro lo spreco alimentare nasce dalla consapevolezza che, nel mondo, un terzo del cibo prodotto per il consumo umano viene buttato. Come spiega la stessa Too Good to Go nella sezione Infobox del sito, ogni anno vengono sprecate 51 tonnellate di cibo al secondo e, nei Paesi sviluppati, il 40% delle eccedenze si genera nella fase di distribuzione e di consumo.
L’app anti spreco diventa una preziosa alleata perché permette al consumatore di fare un gesto concreto e di giocare la propria parte in una battaglia globale, il tutto acquistando cibo di qualità a un prezzo ridotto. Risulta anche un’azione utile per le attività commerciali convenzionate che incontrano nuovi clienti e che, allo stesso tempo, possono diminuire concretamente i rifiuti prodotti.
Come funziona Too Good To Go?
Il funzionamento di Too Good to Go è molto semplice. Dopo aver scaricato l’applicazione, l’utente si registra e accede alla propria area personale. Grazie alla geolocalizzazione, può vedere quali sono i bar, i ristoranti, le pasticcerie, gli alimentari e gli hotel nella propria zona registrati sulla piattaforma, e se hanno delle eccedenze. Ad esempio, troviamo ciò che è rimasto invenduto a fine giornata, come pane, salatini o prodotti da forno di vario tipo, ma anche alimenti freschi con una data di scadenza molto vicina.
L’utente può quindi acquistare direttamente dall’app a prezzo ridotto una “magic box”, ovvero un mix delle giacenze che, altrimenti, sarebbero destinate al macero a discrezione dell’esercente. Il contenuto della “magic box” sarà una sorpresa per chi acquista. Infatti, una volta scelta la box e pagata, queste possono essere ritirate per asporto in una determinata fascia oraria, sempre nella borsa realizzata in carta al 100% riciclata di Too Good to Go, che si dimostra attenta all’ambiente anche nel packaging e chiede la stessa attenzione anche alle aziende partner.
Per quanto riguarda i commercanti invece, basterà che mettano sull’app la disponibilità di Magic box per la giornata, senza dover rivelare i prodotti che saranno presenti all’interno, ma solo basandosi sugli invenduti.
“SALVA IL CIBO, AIUTA IL PIANETA”
SCARICA SU APP STORE ‎Too Good To Go: no allo spreco su App Store (apple.com)
SCARICA SU GOOGLE PLAY Too Good To Go – Mangiare bene, senza spreco – App su Google Play

Gesta Srl Società Benefit 0187 564442 – gesta@gestaconsulenza.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X