E’ stata raggiunta ieri in tarda sera, fra il Ministero dell’Ambiente e le principali organizzazioni imprenditoriali Confindustria e Rete Imprese, l’intesa per prorogare l’entrata in funzione del Sistri.

L’accordo è giunto in extremis a pochi giorni  dalla scadenza, precedentemente prevista, dell’entrata in vigore  del SISTRI (1° giugno 2011); scadenza che aveva suscitato fortissime preoccupazioni del mondo imprenditoriale, soprattutto dopo il test generale di prova dell’11 maggio terminato con scarso successo.

La proroga, secondo il Ministero, dovrebbe servire a collaudare al meglio il sistema e ad aiutare le aziende a prendere confidenza con le nuove procedure elettroniche.

Sono inoltre previste procedure di salvaguardia in caso di rallentamenti del sistema ed una attenuazione delle sanzioni nella prima fase dell’operatività del sistema.

Ecco le nuove scadenze:

  1. 1° settembre 2011 per produttori di rifiuti che abbiano più di 500 dipendenti, per gli impianti di smaltimento, incenerimento, etc. (circa 5.000) e per i trasportatori che sono autorizzati per trasporti annui superiori alle 3.000 tonnellate (circa 10.000);
  2. 1° ottobre 2011 produttori di rifiuti che abbiano da 250 a 500 dipendenti e “Comuni, Enti ed Imprese che gestiscono i rifiuti urbani della Regione Campania”;
  3. 1° novembre 2011 per produttori di rifiuti che abbiano da 50 a 249 dipendenti;
  4. 1° dicembre 2011 per produttori di rifiuti che abbiano da 10 a 49 dipendenti e i trasportatori che sono autorizzati per trasporti annui fino a 3.000 tonnellae;
  5. 1° gennaio 2012 per produttori di rifiuti pericolosi che abbiano fino a 10 dipendenti.

Gesta Srl è a disposizione per ogni chiarimento in merito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X