La Regione Liguria con Delibera della Giunta Regionale n. 262 del 09/02/2010 (pubblicata sul bollettino n. 10 del 10/03/2010, parte II) ha avviato un percorso che ha come obiettivo la semplificazione dei controlli a carico delle imprese liguri (sono escluse le aziende rientranti nel campo di applicazione IPPC) dotate di sistema di gestione ambientale certificato (certificazione ISO 14001 e/o registrazione EMAS) attraverso le modalità dell’autocertificazione dei controlli. L’iniziativa si prefigge di avviare una razionalizzazione e semplificazione degli atti autorizzativi, parallelamente alla semplificazione delle modalità di controllo per aziende certificate.

La Regione Liguria, con Delibera n. 262 del 09/02/2010, ha definito la modulistica e le modalità organizzative per la semplificazione dei controlli amministrativi a carico delle imprese liguri (non rientranti nel campo di applicazione IPPC) e dotate di sistema di gestione ambientale certificato ISO 14001 o registrato EMAS.

In particolare il progetto avviato prevede:

  1.  l’avvio di una fase sperimentale, della durata di 1 anno, per verificare l’efficacia delle informazioni contenute nella modulistica e valutarne la rispondenza agli obiettivi di semplificazione dei controlli anche attraverso modalità di autocertificazione degli autocontrolli;
  2. l’istituzione di un gruppo di lavoro tra Regione, le 4 Province liguri, ARPAL e Confindustria Liguria, aperto ai contributi di altri soggetti, con il compito di:

a) sperimentare percorsi semplificati di controllo e di rinnovo delle autorizzazioni per le imprese liguri con SGA certificato;

b) valutare la rispondenza della modulistica agli obiettivi di semplificazione dei controlli;

c) valutare gli esiti della sperimentazione.

Le imprese certificate ISO 14001 o registrate EMAS, al fine della partecipazione al sistema regionale di semplificazione dei controlli amministrativi, devono compilare ed inviare annualmente, a seguito di superamento delle verifiche periodiche dell’Ente di Certificazione o Verificatore Ambientale il modulo compilato e relativi allegati (evidenze oggettive dell’autocontrollo) ai seguenti enti:

a)     Provincia territorialmente competente

b)     Dipartimento provinciale di ARPAL.

Alla modulistica dovranno essere allegati:

  1. opportuni riscontri circa autocontrolli effettuati a norma di quanto previsto dai relativi sistemi di gestione ambientale;
  2. valido certificato ISO 14001 o di registrazione EMAS;
  3. opportuna autocertificazione.

La modulistica di cui sopra costituisce riferimento e integrazione alla parte tecnica ai fini di una revisione o aggiornamento delle autorizzazioni in possesso.

La sperimentazione ha la durata di un anno, eventualmente prorogabile, al termine della quale la Regione provvederà all’approvazione dei documenti definitivi elaborati dal gruppo di lavoro.

Gesta Sas di Renato Goretta & C. è a disposizione per ogni chiarimento in merito.

SCARICA LA DELIBERA  n. 262 del 09/02/2010

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X