È prevista per il 1° Ottobre la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della proroga del Sistri a Gennaio 2011, per la quale la Corte dei Conti ha già dato il nulla osta. Il nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti sarebbe dovuto partire il 1° Ottobre (Decreto 15 Febbraio 2010 e Decreto 9 Luglio 2010 in modifica al Decreto 17 Dicembre 2009) ma, viste le difficoltà operative, il Governo ha accolto le numerose richieste  avanzate dal mondo industriale e non per un rinvio ufficiale. Molti dei soggetti interessati alla nuova procedura, infatti, non dispongono ancora della chiavetta Usb e del black box, necessari per passare dal sistema cartaceo a quello informatico.

Il nuovo decreto introdurrà le seguenti novità:

  1. termine per completare la consegna dei dispositivi informatici (chiavette Usb, black box): 30 Novembre 2010;
  2. fase dedicata ai test operativi presso aziende/enti (chi lo vorrà potrà accedere al sistema e provare ad operare: questo, naturalmente, sarà possibile solo se si è già in possesso dei dispositivi necessari): 1 Ottobre 2010 – 30 Novembre 2010; in questa fase permarrebbe l’obbligo di operare con registri di carico e scarico e formulari di identificazione che prevede la doppia registrazione sia cartacea che elettronica; questo per consentire, da una parte, di mantenere un sistema di tracciabilità dei rifiuti, e dall’altra di testare il sistema in modo “ampio” e permettere a tutti gli attori coinvolti di prendere familiarità con la nuova procedura; tre mesi di transizione, quindi, che offrono l’opportunità di prendere dimestichezza con i nuovi strumenti; ai fini sanzionatori, quindi, la poca dimestichezza con le nuove tecnologie non sarà considerata un’attenuante e non saranno perciò giustificati errori dovuti all’inesperienza;
  3. inizio fase operativa con l’obbligo di operare con Sistri e parallelamente con registri di carico e scarico e formulari di identificazione: 1 Dicembre 2010 – 31 Dicembre 2010;
  4. Sistri a regime: dal 1 Gennaio 2011.

Per più dettagliate e sicure informazioni attendiamo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del provvedimento annunciato.

Gesta Srl è a disposizione per ogni chiarimento in merito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X